martedì 27 settembre 2016

Qualche talea

Visto la necessità di accorciare una dimorphoteca anche se in ritardo ho deciso di provare a fare qualche talea, solitamente per questa pianta si usa fare talee legnose in estate/fine estate ma un tentativo visto le temperature molto miti non mi costa niente.


Utilizzando il mio magico terriccio HomeMade con l'aggiunta di un po' di sabbia



Ora basta aspettare e vediamo se la natura fa il suo corso. 

Tagliando i fiori delle ortensie ho ricavato qualche talea(metodo non convenzionale ), in passato mi ha dato inaspettate soddisfazioni. 


Mentre in giardino le talee di rosa fatte a giugno e le talee di lavanda sparse qua e là hanno quasi tutte attecchito... forse fate con incuranza e lasciate a se stesse hanno voluto farsi valere!! 


Enjoy
Andrea 

Ispirazione e Relax

Autunno una stagione bella che da la carica, piena di lavori in giardino ma dei quali non riesco a sentire la fatica ma solo la gioia.
 
 
col calma e pazienza con le dovute pause caffè ad ammirare la fioritura della passiflora che si avvolge con la tithonia
 
 
e passando le mani nelle erbe aromatiche per sentire il profumo della maggiorana in fiore che ormai ha invaso il pozzo.
 
 
Quasi un anno che ho questo giardino e incomincio a intravedere quello che sarà col tempo... pian piano mi vengono in mente piante da aggiungere per renderlo più ricco e bello. Un senso di pace nel solo passeggiare, osservare e ascoltare.
Credo che non ci sia limite all'ispirazione che può dare il sedersi in un angolino del proprio giardino e aspettare, guardando il cambio di luce che penetra tra le foglie.
 
 
Enjoy
Andrea

 
 
 
 
 
 

sabato 24 settembre 2016

Rodilegno nel Melo


Ogni tanto anche in giardino ci si ritrova a combattere per la sopravvivenza. Tracce in terra di truciolato rossiccio mi hanno  inesorabilmente fatto preoccupare per la certa presenza del rodilegno...




...Eccolo lì alzando la testa intravedo il buco d'ingresso e cos'altro fare se non afferrare un lungo filo di ferro e cercare di uccidere l'invasore! Ecco preso... per fortuna aveva scavato solo una decina di centimetri, un po' di stucco e buona guarigione melo

Una farfalla che allo stadio adulto sembra tanto innocua ma la sua larva scava gallerie lunghe anche 40cm recando ingenti danni a diverse piante da frutto.

Enjoy 
Andrea 


venerdì 23 settembre 2016

Autunno




Le lunghe ore passate ad annaffiare nelle sere calde d'estate sono ormai un ricordo, la lotta per non far ingiallire l'erba e per non far seccare nessuna pianta. Anche i dolci ricordi del profumo e del sapore della frutta estiva come dei fichi ormai rimane racchiuso in qualche vasetto di dolce marmellata.

Il giardino risplende di nuove fioriture come degli anemone hupehensis, una fioritura affascinante che durerà parecchio tempo,  l'anisodontea elegans che continua la sua fioritura da mesi, la passiflora e il plumbago danno un tono di blu al giardino, il rosmarino fa una seconda fioritura e la lantana continua imperterrita nel suo sbocciare, solo un po' più sollevata dalle temperature meno torride. Splendide a vedersi le bacche della vite americana vicino alla yuca che sta per rifiorire... un momento di relax nella tranquillità ed è ora di pensare a ripulire, fare varie potature e impiantare i bulbi a fioritura primaverile. Ormai ci siamo il mese di ottobre sarà ricco di lavori e di preparazioni in giardino.

 

Visto le numerose potature che si presentano in questo periodo ho pensato bene di farmi un regalo che possa aiutarmi in giardino... un bel biotrituratore WOLF Garten SDE 2800 EVO.

Addio cumoli di rami ora finirà tutto facilmente nel compost.

e ora al lavoro...

Enjoy
Andrea



lunedì 19 settembre 2016

Autunno Di Bulbi

Questi giorni più freschi non possono che far pensare all'estate ormai finita e all'arrivo imminente dell'autunno, il giardino si tingerà di colorazioni naturalmente infuocate creando un atmosfera dolce la quale non può che non farmi riflettere sui nuovi acquisti da effettuare per avere nuovi fiori la prossima primavera.
Quale tempo potrebbe essere migliore per pensare all'acquisto di tulipani, anemoni, peonie e altre splendide bulbose.


Pensieri che mi portano al dolce ricordo della visita di qualche primavera fa al parco olandese keukenhof, una maestria unica nell'unire colori e ricreare prospettive spettacolari. Una gara di paesaggisti provenienti da ogni angolo del mondo.



Non potendo tornare al mercato dei tulipani di Amsterdam e perdermi nelle numerose bancarelle di bulbi dedicherò qualche serata a consultare i vari siti di vendita online in cerca di ispirazione.

enjoy
Andrea



Terriccio Home Made

 
Ottenere un ottimo terriccio da utilizzare nel proprio giardino, orto o per le piante nei vasi? semplice con un po' di pazienza e seguendo poche regole.

Attendendo 10 mesi, il mio compost, ha fatto il suo corso trasformandosi da foglie e scarti della cucina, in un terriccio scuro ricco di elementi nutritivi.

Sicuramente la prima cosa da fare è scegliere un composter adeguato alle proprie esigenze ma la regola fondamentale per evitare l'ingresso di animali che sia presente un fondo forato.
E' da evitare anche di mettere nella compostiera cibi cotti, carne e pesce che oltre ad attirare animali, nella fase di decomposizione emanerebbero odore sgradevole.





La metodologia migliore per ottenere un ottimo terriccio è quella di formare degli strati all'interno della compostiera partendo dal primo composto da ramoscelli grossolani che permettano la circolazione dell'aria.

A seguire scarti di cucina, scarti di terriccio, sfalci dell'erba, foglie e cosi via.

Si possono usare altri metodi per evitare l'acquisto della compostiera come il metodo del cumolo ma credo sia da sconsigliare per chi non abita in aperta campagna. Comunque la maggior parte dei comuni ne offre uno gratuitamente con uno sconto sulla tassa della spazzatura.


Enjoy
Andrea







mercoledì 6 aprile 2016

Dicentra

In questi giorni di caldo estivo lo sviluppo delle piante di dicentra ha avuto un evoluzione impressionante, si vede già la promettente fioritura in via di sviluppo.

Fiori a forma di cuore rosso e bianchi che spiccano salendo sopra le foglie verdi profondamente incise. Una pianta realmente dall'aspetto poetico e romantico.


martedì 9 febbraio 2016

Semina Tageti


Usando dei contenitori che contenevano delle fragole, come piccole serrette.
Anticipare la semina dei Tageti da tenere in casa vicino a una finestra molto luminosa.


lunedì 1 febbraio 2016

GrowBox 1 settimana

A una settimana dall'accensione devo dire di essere molto soddisfatto del risultato, all'interno del GrowBox la temperatura notturna rimane intorno ai 19'C e di giorno sui 22'C.

A una settimana sono spuntati anche i germogli di Craspedia Globosa e di Echinops ritro



Echinacea purpurea


Arrivate in tempi rapidissimi 8 piante di Echinacea, non ho perso tempo e le ho posizionate subito in due punti del giardino coprendo poi il terreno con le foglie per prevenire eventuali gelate. Spero proprio che creino il tocco visivo sperato

venerdì 29 gennaio 2016

GrowBox

Al 4' giorno iniziano a fare capolino i primi germogli di Tithonia Rotundifoglia e di Zinnia Elegans Dahliflora


mercoledì 27 gennaio 2016

Giacinti


Non ho potuto resistere e ho acquistato i primi giacinti col pensiero di riciclare un vecchio cestino


E il risultato con un po di muschio per coprire la terra fa la sua bella figura






Echinacea Purpurea


Finalmente ho trovato e ordinato le piante di echinacea purpurea dall'Inghilterra, ormai gli acquisti online di piante, semi e accessori sono nel mio quotidiano. Molto più semplice trovare quello che si cerca e l'attesa contribusce a fantasticare e sognare a occhi aperti.

Una pianta l'echinacea oltre a essere conosciuta per le sue innumerevoli proprietà scelta per contribuire all'arrichimento visivo del mio giardino.

Ho già pensato a dove posizionarle e non vedo l'ora di vederle nel pieno del loro sviluppo...  to be continued

lunedì 25 gennaio 2016

Prime Semine

Portandomi avanti con i tempi, forzando un po la natura e abbandonando la convinzione dell'influenza lunare, momentaneamente, iniziano le mie prime semine 2016 nella grow box.


Un nuovo giardino, nuove idee, nuovi sogni ad occhi aperti. 


Tithonia rotundifolia "Fackel" -  Zinnia elegans dahliflora lavanda - Aquilegia caerulea "Crimson Star" - Craspedia globosa - Echinops ritro - Sisyrinchium bellum -


giovedì 5 novembre 2015

La famiglia che produce 2700 kg di cibo all’anno in 370 metri quadrati

La famiglia Dervaes vive a 15 minuti da Los Angeles in una zona di periferia. Calcolando la casa e il giardino, ha a disposizione 370 metri quadrati di spazio per coltivare e produrre il proprio cibo.

Nel proprio appezzamento in un anno questa famiglia molto volenterosa riesce ad ottenere oltre 2000 chilogrammi di ortaggi a cui si aggiungono la frutta di stagione e le uova delle galline che allevano.
In questo modo la famiglia raggiunge una vera e propria autosufficienza alimentare e non solo. La loro produzione è così abbondante da generare un reddito di circa 20 mila euro all'anno (20 mila dollari effettivi).
Coltivano 400 varietà diverse di frutta, verdura e fiori edibili. Sfruttando tutto lo spazio a prorpia disposizione, questa famiglia produce all'anno più di 2000 kg di verdure, 400 kg di pollo biologico, più di 450 uova, 12 kg di miele e frutta in abbondanza. Tutti i prodotti sono bio. La loro merce è considerata di ottima qualità e i prezzi di vendita ne rispecchiano il valore. 
Tutti i membri della famiglia danno una mano nella coltivazione dell’orto. Per ridurre i consumi elettrici e le spese, hanno deciso di installare dei pannelli fotovoltaici. Così gli attrezzi agricoli che necessitano di elettricità vengono alimentati grazie alle energie pulite.
Grazie alle proprie coltivazioni, questa famiglia mangia sempre seguendo la stagionalità dei prodotti. La vendita degli ortaggi avviene a livello locale ed è rivolta soprattutto ai ristoranti della zona.
Il denaro guadagnato con la vendita dei prodotti permette alla famiglia di acquistare quei cibi che non può autoprodurre nella propria residenza. Si tratta di un esempio davvero interessante che mostra come con molta buona volontà e con l’aiuto di tutta la famiglia sia davvero ancora possibile autoprodurre il proprio cibo coltivando la terra.
Se volete seguire il viaggio verso l’autosufficienza di questa famiglia, che è iniziato ormai dieci anni fa, potete visitare il loro sito web Urban Homestead e la loro pagina Facebook.